.

.

giovedì 8 luglio 2010

Performance…….

Sto facendo una fatica enorme a ricominciare a correre dopo l’ennesimo infortunio e due mesi di stop. Non lo so se e per il caldo, il lavoro e la famiglia ma non riesco  trovare un minimo di forma. Ogni corsa e sofferta, ogni kilometro pesa……. Sono diventata schiava di tempi, ritmi, distanza……. che l’altra mattina dopo 1km ho spento il Garmin. Mi dava fastidio, continuavo a guardare il ritmo, la velocita che a un certo punto pensavo, ma dove il divertimento e lo svago della corsa di una volta? Sto perdendo la gioia di correre. Pretendo troppo di me stesso. Così ho spento e ho continuata così a sensazione, insieme a mia la figlia che era in bicicletta. Ho corso una strada diversa dal solito. Non sapevo quanti km ho fatto nei a che ritmo, e non mi interessava.

Ieri sera invece avevo bisogno di fare qualcosa di diverso della solita corsa, e così ho deciso di andare e fare un allenamento in pista. Ho scelto 6 x 400m. Avevo bisogno di un carica !! Così vado a Casorate, faccio qualche km in giro per il paese e arrivo un pista. Mi piace la pista. Mi da un soddisfazione enorme, ogni volta che corro sulla pista sento di conquistare qualcosa, questa sensazione raramente l’ho sentito  correndo per strada finora.  La pista e concreta, vedo l’inizio e la fine, mi sfida mi da la forza di provare, mi perdona. Forse scrivo cose strane ma mi sento così !!

1’24”    1’27”   1’30”   1’30”   1’32”  1’27”  sono i tempi. Non sono veloce perché era la prima volta dopo chi sa quanto tempo che facevo un lavoro veloce in pista. Ma non importa mi ha tirato su di morale e mi ha dato quella spinta in più per continuare. E i dolori ?? La tibia mi fa da ancora fastidio ma sto imparando a convivere con questa problema. Spero che prima o poi va via del tutto. Va bene, sta sera vado a fare le foto a la gare del Athlon runners, e domani vado a correre il Jackpot run……. !!

7 commenti:

  1. Ci sono i periodi in cui è INDISPENSABILE lasciare a casa il Grarmin e correre senza badare a distanza e tempo; correre solo per il piacere di farlo, senza obiettivi particolari.Dai Janine che sei sulla strada giusta ;-)A stasera.Ciaooooo

    RispondiElimina
  2. Janine, ma che tempi!!! Sei veloce e se fai i mille così, ci svernici tutti...intendo noi poveri principianti della salamella (Fabri e me!!). Pensa che io in pista non mi alleno mai....la strada mi da un senso di libertà, di odori diversi nei boschi e sentieri e spesso seguo le gambe e il fiato...il garmin registra solo le mie scarse prestazioni!! Brava, brava!

    RispondiElimina
  3. Bè Michela, effettivamente se fa i 1000 sotto il minuto e 30 svernicia anche il primatista mondiale che gira in motorino!!!! :-P

    RispondiElimina
  4. Cavoli ...... ma io quei tempi sui 400 in allenamento me li devo sudare! vai come un treno! ha ragione Beppe, ci sono periodi e periodi!Cmq io se non ho il garmin non mi diverto, sono un patito dei dati, che ci vuoi fare!La strada è la strada, mi da un senso di libertà e di potenza, l'incognita degli orizzonti o di ogni curva! anche se devo ammettere che la pista non mi dispiace.Michela@ non essere modesta :-)

    RispondiElimina
  5. buona corsa... :)

    RispondiElimina
  6. io ho corso in pista per la prima votla 1 mese fa per una staffetta di 1 ora, quindi..Qualche settimana fa mi trovavo nella tua stessa situazione: mi sentivo inadeguata a correre, sempre "dietro", sempre scontenta, poi mi sono detta che io corro per stare bene, come ieri sera e chissenefrega dei tempi. Tanto i premi ad estrazione li vinco comunque:D

    RispondiElimina
  7. Forza Janine fregatene dei tempi e del Garmin.... trova la gioia di correre, bello anche in pista!! Se vuoi compagnia vieni a trovare noi del Team 3 Esse alla pista di rescaldina quando ci alleniamo!! Se vuoi un consiglio non spegnere il gps, metti del nastro adesivo sul quadrante così non lo puoi vedere e controlla il tuo allenamento solo alla fine verificando le tue sensazioni. Provaci a volte ti sembra di andare piano invece è l'opposto.

    RispondiElimina